Invecchiamento Cutaneo

Col passare degli anni diminuisce il numero delle fibre collagene ed elastiche della cute con conseguente assottigliamento, che sommato a una minor idratazione e ad una riduzione del turn over cellulare, inesorabilmente porta a rilassamento della cute e formazione delle antiestetiche rughe.
Con il passare degli anni si riduce la vascolarizzazione del derma, venendo a mancare le sostanze nutritive e l’ossigeno.

Si distinguono due tipi d’Invecchiamento:

Invecchiamento cronologico o CROAGING (il tempo che passa)

 geneticamente programmato dovutoa fattori intrinseci biologici (genetici, endocrini, metabolici). La cute comincia a mostrare già i primi segni di invecchiamento intorno ai trent’anni e con l’età appaiono progressivamente i principali segni clinici:

  • Vasodilatazione delle arteria
  • L’epidermide si assottiglia, secchezza, perdita di elasticità comparsa di rughe, modificazione del colore,comparsa di macule senili, fragilità vasale, incanutimento e calvizie
  • Il tessuto adiposo sottocutaneo si riduce

Invecchiamento fotoindotto o FOTOAGING

(dovuto all'azione dei raggi UV), sommato a errato stile di vita ( sedentarietà, stress e/o fumo, errori alimentari).
I principali segni clinici sono:

  • Cute poco elastica, macchie senili, rughe profonde, cheratosi seborroiche, tumori nelle zone fotoesposte.

Queste modificazioni si presentano su tutto l’ambito cutaneo, ma la sede più visibile è a livello del viso- collo-decoltè e mani dove la comparsa di rughe di vario tipo concorre ad alterare i normali canoniestetici con ovvio impatto psicologico.
La cute possiede dei meccanismi di difesa, la pigmentazione e l’ispessimento, cioè la cosiddetta fotoprotezione naturale, mediante i quali cerca di bloccare i passaggi ultravioletti.
Istologicamente a differenza di quanto avviene nel Cronoaging, dove prevale l’atrofia, si verifica unaumento di attività cellulare, un ispessimento del derma, con elastosi imponente. In sintesi il “Photoaging” rappresenta all’inizio un tentativo della cute di contrastare i raggi solari, ma in seguito si ha la degenerazione delle strutture cutanee con danno permanente.

I due processi (Aging e Fotoaging) si sommano nelle zone fotoesposte, che avranno maggiore secchezza, ruvidità dello strato corneo, macchie giallastre o brune, rughe.

Scopo principale dei trattamenti antinvecchiamento è quello di ridurre la perdita di fibre elastiche, favorire la produzione di nuove fibre collagene e di glucosaminoglicani presenti nel derma, stimolare il rinnovamento e quindi l'esfoliazione dell'epidermide. Proprio per migliorare i danni provocati dall’età e dall’irradiazione UV si utilizzano trattamenti come :

  • Peeling
  • Biostimolazione
  • Filler

Approfondimenti

Continua la lettura degli articoli scritti dalla Dottoressa Carletto in persona

Medicina Estetica
Carbossiterapia
Volersi bene 365 giorni all’anno!

Iscriviti alla Newsletter della Dottoressa Carletto

E ricevi per email news, articoli di approfondimento e offerte, tutte in esclusiva per te!

Studio Medico Dott.ssa Giusy Carletto

Seguimi sui miei profili Social

Scarica la Brochure

Dottoressa Giusy Carletto
P.IVA 02154300848
© Copyright 2017

Designed by
JCCT